Il Centro Medico FISIOMEDBOSCO, diretto dalla Dott.ssa MAILA BOSCO, è una struttura sanitaria moderna e innovativa, dotata di apparecchiature tecnologiche nuove e all’avanguardia scientifica, oltre che dei mezzi fisici e tecnici tradizionali.

06 64530711 - 338 4917177
info@fisiomedbosco.it

Febbraio 2019

La mesoterapia è una tecnica infiltrativa che consiste nell'iniezione sottocutanea di alcuni principi attivi. A seconda del principio attivo utilizzato si distinguono vari tipi di mesoterapia: MESOTERAPIA LIPOLITICA: si iniettano principi attivi lipolitici che riducono il volume delle cellule adipose. Di conseguenza viene utilizzata nell'adiposità localizzata o cosiddetta "cellulite". Si esegue 1 seduta a settimana fino a 10 sedute e gli effetti sono visibili sin dalla terza seduta. Le zone che si possono trattare sono le regioni trocanteriche, la culotte de cheval, addome, fianchi, regione interna del ginocchio, braccia. MESOTERAPIA FLEBOTONICA: si utilizzano principi attivi che agiscono migliorando il tono venoso, riducendo la fragilità capillare e aumentando la contrattilità della parte vasale migliorando di conseguenza la circolazione venosa e linfatica e quindi riducendo la ritenzione idrica. MESOTERAPIA ANTALGICA: si utilizzano principi attivi antidolorifici e antinfiammatori e viene eseguita nei punti dolenti. La mesoterapia può essere farmacologica o omotossicologica.

Viene definito Massaggio Terapeutico quel tipo di massaggio che viene effettuato con l’intento di portare un beneficio all’organismo. Le prime testimonianze relative al massaggio terapeutico risalgono ai tempi della Grecia classica: pare che Ippocrate lo praticasse per combattere i disturbi legati all'età avanzata. Il massaggio terapeutico si è poi diffuso in ambiente militare e sportivo. Il massaggio circolatorio Il massaggio circolatorio anticellulite è mirato per migliorare e rendere più efficiente il sistema della circolazione sanguigna. Esso aiuta il ciclo di vita cellulare e il processo di ossigenazione degli organi, eliminando le scorie accumulatesi nei tessuti del sistema linfatico. Si divide in 4 fasi: gli “sfioramenti” hanno il compito di assecondare la circolazione sanguigna; le frizioni sono una manipolazione più forte degli sfioramenti, aiutano i tessuti a smaltire le tossine e a migliorare la circolazione; l’impastamento che agisce sui muscoli, con lo scopo

Ampiamente utilizzata in medicina, la carbossiterapia consiste nella somministrazione per via sottocutanea di una certa quantità di anidride carbonica allo stato gassoso. Viene utilizzata per trattare o alleviare molti disturbi, da patologie a inestetismi di vario tipo come la cellulite o i segni del tempo. L'anidride carbonica somministrata è una sostanza naturale, non pericolosa, atossica a basse concentrazioni e anallergica. L'impiego terapeutico dell'anidride carbonica iniziò nel 1932 nella stazione termale di Royat in Francia, per curare disturbi vascolari di diversa natura. Il suo funzionamento era così eccellente che il numero di pazienti a richiederla aumentò considerevolmente in pochissimo tempo. Le ricerche condotte presso il centro termale di Royat hanno messo in evidenza come la somministrazione di anidride carbonica a pazienti affetti da arteriopatie periferiche di varia natura fosse in grado di portare a risultati decisamente positivi e incoraggianti, in particolar modo