Il Centro Medico FISIOMEDBOSCO, diretto dalla Dott.ssa MAILA BOSCO, è una struttura sanitaria moderna e innovativa, dotata di apparecchiature tecnologiche nuove e all’avanguardia scientifica, oltre che dei mezzi fisici e tecnici tradizionali.

06 64530711 - 338 4917177
info@fisiomedbosco.it

Blog

SPF, UVA e UVB: ecco come scegliere la protezione solare

Finalmente in vacanza! Ma prima di esporsi per ore al sole, cerchiamo di capire le differenze tra SPF, UVA e UVB, e riuscire finalmente a trovare la protezione solare giusta per noi e in grado di proteggerci dagli effetti negativi di queste agognate ferie!

Sì, perché il sole può essere un nostro alleato ma può diventare anche un grosso nemico. L’esposizione al sole è indispensabile per l’assorbimento della Vitamina D che serve a fissare il calcio nelle ossa. Il sole aiuta su alcune patologie degenerative osteoarticolari quali l’artrosi.

Ma d’altra parte le radiazioni ultraviolette possono causare danni alla pelle. Le radiazioni da cui dobbiamo proteggerci sono:

  1. UVA che sono la causa del fotoaging, accelerando la formazione di rughe e macchie. Penetrando più in profondità nella pelle hanno una maggiore incidenza sulla formazione dei melanomi.
  2. UVB sono la causa di eritemi e ustioni ma sono più superficiali.

Per non avere danni ma benefici dall’esposizione solare basta  rispettare alcune regole elementari quali:

  • non esporsi nelle ore in cui l’intensità delle radiazioni solari è maggiore, cioè dalle 11 alle 16
  • usare cappellini e occhiali solari
  • scegliere la protezione solare idonea e applicarla ogni due ore

Per poter scegliere le creme solari più idonee alle nostre necessità dobbiamo conoscere alcune nozioni:

SPF (Sun Protection Factor) o fattore di protezione solare

Su tutte le confezioni di protezione solare troviamo la sigla SPF (sun protection factor) che indica la capacità di filtrare i raggi UVB e di quanto viene ritardata l’insorgenza dell’eritema.

Per esempio SPF 50 indica che solo 1/50 di UVB raggiunge la pelle.

Oggi viene richiesto che anche gli UVA vengano filtrati per almeno 1/3 rispetto alla capacità di filtro degli UVB e viene riportata sulla confezione la scritta UVA.

FOTOTIPO CUTANEO

Rappresenta la sensibilità della pelle e ci orienta sul tempo di esposizione dopo il quale compare l’eritema.

Andiamo dal fototipo I con pelle molto sensibile e che sviluppa eritema ad ogni esposizione, pertanto necessita della massima protezione solare e brevi tempi di esposizione al sole, fino al fototipo VI il cui colore della pelle nera non si modifica con l’esposizione solare.

TIPO DI FILTRI

I filtri solari sono chimici e fisici. Quelli fisici lasciano sulla pelle un alone bianco ma sono quelli più sicuri sulla cute sensibile o dei bambini in quanto non vengono assorbiti dalla pelle.

Quindi quale solare scegliere?

  • Deve contenere sia filtri UVA che UVB
  • Deve essere resistente all’acqua (dopo alcuni bagni va comunque riapplicato)
  • Bisogna scegliere il fattore di protezione in base al fototipo, a eventuali patologie della pelle e all’età del paziente. Comunque consiglio di prendere sempre una protezione alta con SPF tra 30 e 50 e per i bambini e gli anziani un filtro fisico.

Ci raccomandiamo di dedicare qualche momento in più alla scelta delle creme solari: è importante per godere a pieno del meritato riposo.

Buone vacanze da FisiomedBosco!