Il Centro Medico FISIOMEDBOSCO, diretto dalla Dott.ssa MAILA BOSCO, è una struttura sanitaria moderna e innovativa, dotata di apparecchiature tecnologiche nuove e all’avanguardia scientifica, oltre che dei mezzi fisici e tecnici tradizionali.

06 64530711 - 338 4917177
info@fisiomedbosco.it

Roma Tag

L' elettroterapia utilizza energia elettrica a scopo terapeutico, sfruttando le risposte biologiche da parte del corpo. In base alla zona e al disturbo da trattare le correnti utilizzate sono di due tipi: correnti continue e correnti variabili. L'elettroterapia si usa soprattutto in presenza di artralgie, lombalgie, lombosciatalgie, cervicalgie, tendiniti, artriti e artrosi. Le correnti continue, dette anche galvaniche,  utilizzate in fisioterapia sono: - la IONOFORESI che consiste nell'applicazione di un principio attivo antalgico e/o antinfiammatorio sulla spugnetta messa a contatto della zona da trattare che verrà poi veicolato attraverso il passaggio della corrente. correnti variabili utilizzate in fisioterapia sono: - le DIADINAMICHE E TENS: la Diadinamica ha le stesse proprietà delle correnti galvaniche mentre la TENS è una corrente esclusivamente antalgica. CONTROINDICAZIONI dell' elettroterapia, in presenza delle seguenti patologie:  Gravidanza  Portatori di PMK  Patologie oncologiche  Epilessia  Ferite aperte  Infezioni o alterazioni della sensibilità

Tecaterapia a Roma è uno strumento fisioterapico tra i più moderni e molto utilizzato sulle patologie osteoarticolari e muscolari. Oggi la Tecaterapia a Roma è uno dei mezzi fisici più prescritti da ortopedici e fisiatri. La sua popolarità deriva dai reali effetti terapeutici indotti dal calore generato direttamente all'interno della zona da trattare. Tecarterapia a Roma: per un dimagrimento più globale, la Linfotecar effettua un linfodrenaggio profondo sull’adipe e il gonfiore. Il termine TECAR (Transfer Energy Capacitive and Resistive) sta a indicare un trasferimento di energia e quindi di calore prodotta dai movimenti di cariche elettriche generati tra due elettrodi applicati al paziente. Rispetto ai vecchi elettromedicali quali US, infrarossi, ecc. il calore arriva alla zona da trattare senza disperdersi proprio perché prodotto dall'interno e di conseguenza l'effetto terapeutico sarà massimo. Gli effetti sul tessuto sono una vasodilatazione con conseguente aumento del micro-circolo